Salvaterra di Badia Polesine (RO)

Locandina 01 marzo 2019

In cammino verso l’8 marzo – Giornata Internazionale della Donna
Presentazione del webdoc
DONNE FUORI DAL BUIO
conversazione con
SARA MANISERA e ASMAE DACHAN

“DONNE FUORI DAL BUIO” è un progetto multimediale che racconta la storia di quattro donne, ripercorrendo le fasi storiche dei conflitti, lungo una linea temporale nei territori più rappresentativi dell’Iraq: Baghdad, Halabja, Qaraqosh, Mosul. Per tutte le donne, l’invasione del 2003 ha significato qualcosa, anche se in maniera differente. Un’ingegnera, un’avvocata, un’attivista, e una madre, sono le protagoniste di un webdoc, composto da video, articoli, foto e mappe. Le loro vite s’intrecciano con la storia dell’Iraq, narrando il conflitto – e gli anni seguenti – privandoli di ogni gerarchia del dolore e categoria etnica o religiosa di appartenenza. Tutte ne hanno sofferto – siano esse sunnite, sciite, cristiane o curde – e tutte, oggi, resistono. Il webdoc è stato realizzato da Arianna Pagani (fotografa) e Sara Manisera (giornalista freelance).

Sara Manisera, giornalista freelance, laureata in Scienze Politiche, con una tesi sul caporalato, lo sfruttamento dei migranti in agricoltura e la ‘ndrangheta a Rosarno, in Calabria. Ha un master in Relazioni del mondo arabo e del Mediterraneo a Beirut, dove ha vissuto dal 2014 al 2017. Si occupa di donne, conflitti, ambiente e società civile in Medio Oriente, lavorando principalmente in Libano, Siria, Iraq e Tunisia. Ha realizzato reportage per testate nazionali e internazionali sulla lotta delle madri tunisine in cerca dei figli dispersi in mare, sull’offensiva di Mosul e di Raqqa. Ha vinto il premio Ivan Bonfanti per il reportage realizzato sulle donne, mogli dei combattenti dello Stato islamico. Ha vinto il premio Giornalisti del Mediterraneo 2018 e la Colomba d’Oro per la Pace.

Asmae Dachan, giornalista freelance e scrittrice italo-siriana, autrice del blog Diario di Siria. Si occupa di diritti umani, immigrazione, dialogo interreligioso e Medio Oriente, in particolare della Siria. L’università della Svizzera per la Pace l’ha nominata a vita Ambasciatrice di Pace. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per i suoi reportage e il suo impegno umano e professionale, tra cui Il Premio Il Coraggio delle donne 2018.

Per informazioni: 339.8379831 www.cdponlus.it  email: info@cdponlus.it

Centro Documentazione Polesano